La Gara

Nel 2010 e nel 2011 sono stati utilizzati due diversi percorsi con arrivo in Piazza Garibaldi e i sei Rioni correvano tutti insieme.

Dal 2012 è stato adottato il circuito di due giri nel centro storico, con partenza e arrivo nella splendida cornice di Piazza Garibaldi, sotto il Cassero (passando per via Curtatone, via San Martino, piazza della Chiesa, via L. Madoni e via Cavour). Il percorso totale è lungo circa 600 metri ed è un’alternanza di falsopiani, salite, discese e strettoie.

La gara si svolge l’ultima domenica di agosto.

Ogni squadra è composta da otto spingitori, che gareggiano a coppia, con tre cambi durante il percorso.

Nel 2013, con la costituzione del Comitato Bottai Mancianesi, si sono gettate le basi del primo regolamento della gara, perfezionato poi negli anni. Per poter partecipare alla competizione gli spingitori devono essere maggiorenni.

Le botti da gara, del peso di 100 Kg., sono sorteggiate in precedenza e assegnate a ogni Rione e hanno la caratteristica di avere nomi legati a briganti locali del passato (Domenichino, Cenciarello, Basiletto, Gigione, Curato e Biondo).

I vincitori ricevono il cencio, un drappo che ogni anno è dipinto da un artista locale.