https://www.maremmanews.it/index.php/cultura-spettacolo/68620-bilancio-piu-che-positivo-per-il-x-palio-delle-botti?fbclid=IwAR3C04dNTNXc3oFEObmWizslil_-TB0gF0j0LX6bx3TZQl2pJSr9_xJWgmA&jjj=1568215201046

‘Bilancio più che positivo per il X Palio delle Botti’

Decimo anno festeggiato alla grande per il Palio delle Botti a Manciano, con grande soddisfazione dei Bottai Mancianesi, comitato organizzatore della manifestazione.

Il mese di festeggiamenti si è aperto giovedì 8 agosto con una serata, molto apprezzata dal pubblico, in collaborazione con USD Manciano: un po’ di storia di Manciano, un po’ di ricordi delle edizioni precedenti del Palio e tanta buona musica in compagnia dei Linea Continua.

Le tre giornate del Palio (che tradizionalmente cadono l’ultimo fine settimana di agosto) si sono aperte ufficialmente venerdì 23 agosto, in collaborazione con AVIS Manciano, con lo spettacolo di presentazione delle squadre in gara dei sei Rioni (Borgo, Cassero, Fonti, Imposto, Monumento e Mulinello) e dei cenci dipinti in palio per i vincitori.

Sabato 24 agosto, in notturna, il Trofeo Rosa, giunto alla quarta edizione, per la prima volta ha visto le atlete dei sei Rioni gareggiare a coppie. Il successo è andato alle ragazze del Rione Mulinello, dopo une bellissima finale contro il Rione Borgo, che si sono aggiudicate il Palio dipinto da Elena Laghi.

La gara maschile di domenica 25 agosto ha visto prevalere il Rione Imposto sul Rione Cassero, portandosi così a 4 vittorie complessive, eguagliando il Rione Monumento, vincitore dello scorso anno. I vincitori sono stati premiati con il cencio dipinto da Alberto Bernardini.

Il premio per la migliore botte dipinta, intitolato a Gemma Detti, è andato a Stefano Rinaldi per il Rione Borgo. Le altre botti in gara (il cui tema era la terra) sono state dipinte da Chiara Martini (Rione Cassero), Daniela Scozzi (Rione Fonti), Fabrizio Pieraccini (Rione Imposto), Rachele Coppi (Rione Monumento) e Lisa Simonini (Rione Mulinello).

Durante la Festa delle Cantine, giunta alla 25a edizione, all’interno della quale il Palio è nato nel 2010, domenica 8 settembre si è corso un Palio Straordinario, in collaborazione con la Pro Loco, rievocando lo stesso percorso del primo Palio: da Piazza della Rampa a Piazza Garibaldi, tutte le squadre insieme, senza regole.

Il successo è andato al Rione Monumento, che ha battuto di misura il Rione Cassero, aggiudicandosi il cencio dipinto da Renzo Cappelletti e il trofeo a forma di botte, realizzato appositamente per questa occasione, in collaborazione con il Comune di Manciano, che passerà poi ai vincitori del Palio del 2020.